buona lettura

231LIBRERIA 03

Si era seduta davanti ad un’enorme vetrata che richiamava lo stile un po’ retrò del locale. Come si chiamava? Ah si, The Library Bar.

Era un bel locale, innovativo – pensò, guardandosi intorno.

I divani blu richiamavano i decori delle lampade e delle tende. Niente era sbagliato o fuori luogo. Qualche specchio strategicamente posizionato, faceva sembrare il poso più grande di quanto fosse in realtà.

C’era un non so che di intellettuale in quel bar; le persone stavano sedute in rigoroso silenzio, ognuna intenta a leggere un libro.

Allora, voltandosi, si accorse di due grandi pareti attrezzate a libreria.

Incuriosita, si avvicinò ad una di loro e con gesto leggero e solenne cominciò a sfiorare, con grande rispetto, le copertine di quelle creature stampate.

Il silenzio, le luci soffuse rendevano piacevole la lettura di quei libri datati, che qualcuno aveva messo a disposizione di chi amava nutrire la sua anima con parole ed emozioni.

Uno di loro la chiamò (ebbene sì, sono il libri a scegliere!) e la convinse a portarlo al tavolo, dove lo appoggiò delicatamente vicino alla tazza di thé che ancora fumava.

Le roselline rosa e bianche della teiera erano deliziose, pensò.

Che ora era?

Aveva tempo di leggere qualche riga di quel nuovo amico stampato?

Magari aprendolo a caso avrebbe ottenuto le risposte di cui aveva bisogno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...